Mese: marzo 2018

Home made still life photography

Qualche settimana fa ho letto un post interessante sul blog Alessio T – Living is easy with one eye closed, riguardante le immagini di Renato Marcialis e in generale i progetti fotografici “casalinghi”. Dato che in questo periodo particolarmente affollato di impegni non riesco ad andare in giro per portare avanti alcuni progetti iniziati da un anno a questa parte, ho provato a fare degli esperimenti in casa. Se è vero che sono un appassionato di fotografia di paesaggio documentaria e di strada, è altrettanto vero che sono incuriosito dallo still life.

In questa occasione ho voluto scattare una serie di foto ad alcuni oggetti, prediligendo la luce artificiale per avere una sfumatura cromatica più tenue. Con l’indispensabile apporto del cavalletto e dell’autoscatto (ho usato infatti tempi di esposizione relativamente alti), ho realizzato delle fotografie che allo stesso tempo valorizzassero i soggetti e li isolassero dal contesto in cui si trovavano.

 

Nevicata improvvisa

Della serie: ogni scusa è buona per fotografare! Da un po’ di tempo ho meno opportunità di andare in giro a scattare foto, tuttavia non demordo e quando posso, utilizzo casa mia come punto d’osservazione.

La fitta nevicata di due giorni fa mi ha offerto lo spunto per osservare la gente per strada, colta da una piccola bufera e costretta ad affrettare (si fa per dire) il passo. L’occasione è stata interessante anche per testare il piccolo sensore da 6 megapixel della mia vecchia Nikon D50, acquistata usata a Dicembre scorso grazie a un fortunato colpo di…. intuito!

In alcuni post ho già mostrato gli scatti eseguiti con questa reflex in diverse condizioni di luce: mattina presto, mezzogiorno, tramonto. Stavolta ho voluto provare la D50 sempre di mattina, ma con una luminosità scarsa causata dalla nevicata.